5 richieste dei Comitati del II Municipio

ASSEMBLEA COMITATI ROMA2: CINQUE  RICHIESTE DEI CITTADINI AI CANDIDATI AL MUNICIPIO

[In calce le risposte in ordine di arrivo: in basso la più recente]

Il 16 maggio si è svolta al Cinema Tiziano un’assemblea dei comitati e delle associazioni del nuovo II Municipio, nel corso della quale è stato approvato un documento con 5 punti  comuni da sottoporre ai candidati alla Presidenza e al Consiglio municipali in vista delle prossime elezioni:

1) PIU’ INFORMAZIONE E TRASPARENZA
Pubblicazione sul sito del Municipio, e su una rete di bacheche istituzionali inserite capillarmente nei quartieri, di tutte le informazioni riguardanti l’ambiente, la mobilità, l’urbanistica, le attività istituzionali.
I cittadini dovranno essere informati di tutti i progetti (rilevanti) previsti e in corso, nella totale trasparenza sulle procedure, sui soggetti coinvolti e sui costi.
Dovranno essere inserite sul sito del Municipio  tutte le convocazioni del Consiglio, della Giunta e delle Commissioni municipali, con i relativi documenti e deliberazioni, sia prima che dopo l’approvazione. La pubblicazione  on line dovrà avvenire al massimo entro 3 giorni dall’approvazione.
Dovrà essere istituito uno sportello di quartiere per fornire informazioni ai cittadini su tutti  gli interventi promossi o approvati  dal Municipio,   che dovrà diventare il  tramite  anche per i rapporti dei cittadini con i diversi  uffici comunali, provinciali e regionali  per  gli interventi di competenza di livello superiore.
Per interventi di impatto rilevante come scavi estesi, interventi sul verde e sui parchi pubblici, modifiche sostanziali del sistema della mobilità, il Municipio – anche in sinergia con le associazioni del quartiere – dovrà promuovere una campagna informativa diretta sul territorio attraverso affissioni e volantinaggi.

2) EFFETTIVA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI ALLE TRASFORMAZIONI URBANE
Dovrà essere scrupolosamente applicato il “Regolamento di partecipazione dei cittadini alla trasformazione urbana” approvato dal Consiglio Comunale con la Delibera n. 57/2006 e rimasto per lo più lettera morta (o usato in modo formale senza dare alcun seguito alle istanze dei “partecipanti”). I cittadini dovranno essere attivamente coinvolti  non solo nelle scelte finali degli assetti urbanistici, ma a monte, a partire dalla pianificazione degli interventi in base agli obiettivi della pubblica utilità. Fondamentali, anche per evitare la prevalenza di rivendicazioni particolaristiche sull’interesse generale, il dialogo costante con associazioni e comitati operanti nel quartiere.

3) CENSIMENTO DEI BENI PUBBLICI DEL MUNICIPIO, PER UNA GESTIONE TRASPARENTE NELL’INTERESSE COLLETTIVO
Dovrà essere redatta (e facilmente accessibile, anche on line) una mappa di tutti i beni pubblici di proprietà comunale, provinciale e regionale presenti nel II Municiipio,  con gli elenchi dei soggetti beneficiari  e i termini di gestione e affidamento dei beni stessi. Ogni concessione dell’uso di beni pubblici, aree, locali etc, dovrà essere effettuata dopo la necessaria gara tra più soggetti concorrenti, e – nel caso di beni rilevanti – attraverso la partecipazione dei cittadini e il concorso di idee, con l’obiettivo di favorire  progetti di riqualificazione e di destinazione ad uso della cittadinanza

4) CONSERVAZIONE E TUTELA DEL TERRITORIO IN SINERGIA CON REALTA’ ASSOCIATIVE PRESENTI NEL MUNICIPIO
La gestione dei servizi, la tutela del paesaggio e  del verde (in particolare delle alberature) dovrà prevedere periodici tavoli di confronto tra i vari responsabili dell’amministrazione con i comitati e le associazioni di quartiere, nella prospettiva di affidare a gruppi di cittadini organizzati, ove possibile,  la manutenzione e/o la gestione di spazi comuni. Sempre in sinergia con le reatà locali dovranno  essere pianificati interventi volti a garantire il rispetto delle regole, soprattutto per quanto riguarda il decoro urbano, la sosta selvaggia, il rumore notturno, le occupazioni abusive di suolo pubblico etc.

5) SPAZI E CANALI DI COMUNICAZIONE PER I COMITATI
Dovranno essere individuati dei locali in diversi punti del quartiere (che – non dimentichiamolo – diventerà grande come una cittadina) da mettere a disposizione dei comitati per riunioni, incontri, assemblee. Le bacheche nei quartieri dovranno prevedere uno spazio a disposizione dei comitati che ne faranno richiesta per avere la possiiblità di informare i cittadini delle proprie attività senza incrementare  le affissioni abusive.

LE RISPOSTE:

THAYA PASSARELLI E ALESSANDRO ANGELI Candidati al Consiglio del Municipio 2 Sinistra, Ecologia e Libertà SCARICA RISPOSTE 5 PUNTI THAYA PASSARELLI e A. Angeli

DOMENICO FISCHETTO, candidato Presidente al II Municipio per la lista PROGETTO ROMA, Alessandro BIANCHI Sindaco scarica 5 punti di Domenico Fischetto

ELENA IMPROTA, candidato Presidente al II Municipio Alfio Marchini Sindaco scarica le risposteRisposte ai cinque quesiti della elena improta

Una risposta a 5 richieste dei Comitati del II Municipio

  1. Pingback: Un nuovo Consiglio | cittadinanzattivaflaminio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...