Approvate le norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani

Festa degli alberi_francobolloE’ stata approvata, nel mese di gennaio 2013, la legge Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani (L. 14/2013, n. 10). Questa nuova legge, oltre a rafforzare disposizioni già previste da norme in vigore (“giornata nazionale degli alberi”, messa a dimora di un albero per ogni neonato, standard del verde da adottare negli strumenti urbanistici, incremento degli spazi verdi urbani), introduce alcune importanti novità.

Per la prima volta favorisce la creazione di “cinture verdi” intorno alle conurbazioni, le coperture a verde degli edifici e la trasformazione dei lastricati solari in giardini pensili, il rinverdimento delle pareti degli edifici.

Molto importante è il censimento e la protezione degli alberi monumentali sia all’interno dei centri abitati che all’esterno.

Per “albero monumentale” la legge definisce:

  • l’albero ad alto fusto isolato o facente parte di formazioni boschive naturali o artificiali ovunque ubicati ovvero l’albero secolare tipico o di particolare pregio naturalistico, ovvero che recano un preciso riferimento ad eventi o memorie rilevanti dal punto di vista storico, culturale documentario o delle tradizioni locali;
  • i filari e le alberate di particolare pregio paesaggistico, monumentale, storico e culturale, ivi compresi quelli inseriti nei centri urbani;
  • gli alberi ad alto fusto inseriti in particolari complessi architettonici.

Entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge (1luglio 2013) dovranno essere stabiliti dai Ministeri interessati i principi e i criteri direttivi che i Comuni dovranno seguire per il censimento degli alberi monumentali.

Entro un anno le Regioni recepiranno la definizione di albero monumentale, raccoglieranno i dati del primo censimento dai Comuni e lo trasmetteranno al Corpo Forestale dello Stato.

L’elenco degli alberi monumentali d’Italia sarà aggiornato periodicamente e sarà messo a disposizione, tramite sito internet, delle amministrazioni pubbliche e della collettività[1].

Sanzioni significative sono previste nel caso di abbattimento, danneggiamento di alberi monumentali.   Sono fatti salvi gli abbattimenti, le modifiche della chioma e dell’apparato radicale effettuati per casi motivati e improcrastinabili, dietro specifica autorizzazione comunale, previo parere obbligatorio e vincolante del Corpo forestale dello Stato.

Testo integrale della legge 14 gennaio 2013, n. 10

Il Leccio più grande di Roma - Foto: Angelo Franceschi

Il Leccio più grande di Roma – Foto: Angelo Franceschi

Il Sole 24 Ore del 21/03/13: “Il verde urbano diventa obbligatorio per legge.


[1] L’iter della legge prevede l’intervento di molteplici attori (ministeri, Corpo forestale dello Stato, comuni e regioni) non lasciando, realisticamente, sperare sul rispetto dei tempi di applicazione.


																	

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...